Sopravvenienze atipiche e rimedi


a cura di: Antonina Zaccuri - Funzionario Pubblico.

Parte II (Termina)

Il dibattito circa l’efficacia dell’attuale sistema di controlli nella pubblica amministrazione ha rivestito un ruolo centrale nella fase di elaborazione di tutti i progetti di riforma organizzativa e strutturale dell’Amministrazione, soprattutto a partire dagli anni Novanta del secolo scorso. Ciò in quanto l’evoluzione della struttura dei controlli risulta strettamente collegata alle trasformazioni dell’organizzazione amministrativa e dello stesso concetto di funzione pubblica, nonché ai rapporti tra le varie componenti soggettive dell’amministrazione, di modo che le riforme in tali settori incidono in maniera più o meno diretta sul sistema dei controlli che risulta in continuo divenire. Pertanto, nel presente contributo, dopo un inquadramento di carattere generale in ordine alle peculiarità dell’ente pubblico, ed in particolare di quello previdenziale, sarà effettuata un’analisi dell’evoluzione normativa relativa al sistema dei controlli amministrativi e delle tipologie di controllo previste per gli enti previdenziali. Successivamente, la presente disamina si appunterà sull’impatto che tale sistema dei controlli ha avuto sull’attività istituzionale dei predetti enti e sull’efficacia della correlata azione amministrativa. Infine, nelle considerazioni conclusive verrà dato ampio spazio ai profili di criticità connessi allo svolgimento delle differenti forme di controllo ed alle proposte di riforma prospettate nelle varie sedi istituzionali.

SOMMARIO: ...Segue – 8. Il controllo di regolarità amministrativo contabile. Il ruolo del Collegio dei sindaci – 9. Il controllo esterno di regolarità amministrativo-contabile. I Servizi ispettivi di finanza pubblica – 10. La vigilanza ministeriale e la Commissione parlamentare di controllo sulle attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale – 11. Controllo della Corte dei conti sulla gestione finanziaria degli enti sovvenzionati. Considerazioni conclusive – 1. Criticità dell’attuale sistema dei controlli interni ed esterni sugli enti previdenziali e assistenziali – 2. Prospettive de iure condendo

8. Il controllo di regolarità amministrativo contabile.
Il ruolo del Collegio dei sindaci Altra fondamentale forma di controllo interno disciplinata dal decreto legislativo n. 286/99 è il controllo interno di regolarità amministrativa e contabile chiamato a garantire la legittimità, regolarità e correttezza dell’azione amministrativa. In base all’art. 2, comma 2, del decreto in esame, il controllo di regolarità amministrativa e contabile deve essere esercitato secondo i principi generali della revisione aziendale, osservati dagli ordini professionali operanti nel settore, ovviamente in quanto compatibili e applicabili alle pubbliche amministrazioni. Tale norma tende a valorizzare verifiche di tipo sostanziale, investendo tra l’altro, l’accertamento delle scritture contabili in relazione alla documentazione dei fatti digestione e alle risultanze degli accertamenti di fatto... (leggi tutto in PDF)

Download Pdf